Assistenza con gli sgravi sull’affitto per proprietari di attività commerciali e affittuari

Help with rent relief for commercial tenants and landlords

Aggiornamento importante: l’estensione del Piano di sgravi sull’affitto dei locali commerciali del governo del Victoria (il Piano) è giunta al termine. Se un affittuario ha presentato domanda scritta con documentazione di supporto al proprietario entro il 15 marzo 2022 (come stabilito dal Piano), entrambe le parti possono ancora richiedere la nostra assistenza gratuita per dirimere la loro controversia ai sensi del Piano.

Prosegue l’assistenza gratuita

Anche se gli affittuari di locali commerciali non hanno più diritto a sgravi sul canone, possono decidere di discutere le proprie circostanze con i proprietari e cercare di trovare un accordo relativo a sgravi futuri.

Nel caso in cui non riescano a raggiungere un accordo, sia l’affittuario che il proprietario possono richiedere assistenza gratuita e imparziale nel risolvere la questione alla Victorian Small Business Commission (VSBC).

Richiedere sgravi e negoziare ‘in buona fede’

Se un affittuario ha difficoltà a pagare il canone mensile e/o posticipato dell’affitto, consigliamo di:

  • fare una revisione della propria situazione finanziaria
  • contattare il prima possibile il proprio commercialista, un consulente finanziario o un consulente aziendale. La Partners in Wellbeing helpline (1300 375 330) offre accesso gratuito a consulenti finanziari che possono aiutare nel negoziare piani di pagamento sostenibili
  • discutere col proprietario della propria situazione, l’ammontare di affitto che si è in grado di pagare e l’ammontare per cui si richiede lo sgravio (di quanto e per quanto tempo)
  • presentare una domanda scritta, allegando i documenti che dimostrano il calo del proprio fatturato (ad es. i propri estratti conto bancari).

Consigliamo ai proprietari di rispondere alla domanda entro 14 giorni, prendendo in considerazione:

  • eventuali condoni o riduzioni delle spese già concessi agli affittuari
  • eventuali condoni o riduzioni delle spese o altri costi per il locale concessi da terze parti (ad es. il fornitore di acqua o il comune)

Invitiamo gli affittuari e i proprietari che decidono di negoziare a trovare un accordo in buona fede.

Ovvero:

  • comunicare l’uno con l’altro con onestà e correttezza, col reale intento di raggiungere un accordo
  • comportarsi in modo sincero e trasparente
  • fornire adeguata e accurata documentazione di supporto alla negoziazione.

In fase di negoziazione è opportuno ricordare che i proprietari non hanno l’obbligo di fornire sgravi ai propri affittuari.

In che modo possiamo aiutare

Se non si è riusciti a raggiungere un accordo o se l’affittuario o il proprietario si sono rifiutati di negoziare, entrambe le parti possono richiedere la nostra assistenza gratuita.

Offriamo aiuto nelle fasi iniziali e qualora non si riesca a risolvere la questione, possiamo organizzare una sessione di mediazione gratuita, in cui un professionista esperto (il mediatore) aiuta l’affittuario e il proprietario a raggiungere un accordo equo.

Prima della mediazione incoraggiamo gli affittuari e i proprietari a discutere:

  • l’esito che vogliono ottenere
  • ciò che è importante per l’altra parte
  • i compromessi che sono pronti a considerare.

Per richiedere la nostra assistenza, usa il modulo per le controversie sugli affitti commerciali.

Negoziare sgravi sull’affitto: un ristorante nel centro di Melbourne

In questo scenario l’affittuaria di un locale commerciale negozia col proprietario un accordo di sgravi sull’affitto dopo il 15 marzo 2022.

Verso la fine di gennaio 2022, Martine, la titolare di un ristorante, ha negoziato con il proprietario del locale Ahmed sgravi sull’affitto retrodatati dal 16 gennaio 2022 al 15 marzo 2022 ai sensi del Piano di sgravi sull’affitto dei locali commerciali (Commercial Tenancy Relief Scheme). Si sono accordati per uno sgravio del 50%, metà della somma verrà condonata e l’altra metà posticipata con pagamenti a cominciare dal 16 marzo 2022 e dilazionati in 24 mesi.

Anche se le restrizioni alle attività commerciali non sono più in vigore, il ristorante non è ancora tornato ai ritmi di lavoro precedenti. Il fatturato è ancora in calo del 30% e Martine non riesce a coprire i costi per il personale, le fatture, i debiti e le spese dell’attività. I debiti si vanno accumulando. Martine ha difficoltà a pagare il canone mensile e quello posticipato dell’affitto, ma sa di non avere diritto a sgravi perché il Piano è giunto al termine.

Martine ha quindi condotto una revisione della propria posizione finanziaria contattando Partners in Wellbeing (1300 375 330) per una consulenza gratuita.

Martine ha discusso con Ahmed la propria situazione e la somma di affitto che poteva permettersi di pagare, e ha chiesto ulteriori sgravi. Ha poi presentato domanda scritta per sgravi del 30% per i mesi di aprile, maggio e giugno 2022. Ha fornito ad Ahmed gli estratti conto che mostrano un calo del fatturato negli ultimi tre mesi rispetto allo stesso periodo del 2019.

Ahmed ha risposto di non poter offrire ulteriori sgravi. Ha spiegato di essere pensionato, e di fare affidamento sul canone di affitto per far fronte alle proprie spese e ripagare il mutuo del locale. Martine e Ahmed hanno interrotto le comunicazioni.

Martine ha fatto domanda alla VSBC per ottenere assistenza gratuita nel risolvere la questione.

La VSBC era stata d’aiuto nelle fasi iniziali mettendosi in contatto con Ahmed per cercare di riprendere la comunicazione e facilitare la discussione. Martine e Ahmed hanno ripreso a dialogare sulle rispettive circostanze e preoccupazioni senza riuscire a raggiungere un accordo. La VSBC ha organizzato una sessione di mediazione gratuita, in cui un mediatore indipendente li ha aiutati a raggiungere un accordo equo.

Raggiungere un accordo

Attraverso la mediazione, Ahmed e Martine hanno raggiunto il seguente accordo:

Canone di affitto mensile: $8.000

Sgravi sull’affitto: 20% ($1.600, una parte della somma verrà condonata e una parte dilazionata nel corso di 12 mesi) dal 01 aprile 2022 al 30 giugno 2022, considerando la posizione finanziaria delle parti e la riduzione dei costi che Martine ha già ricevuto da Ahmed.

Maggiori informazioni

Se vuoi discutere con noi degli sgravi sull’affitto nella tua lingua, incluso come calcolare il calo del fatturato, fare o rispondere a una domanda per gli sgravi sull’affitto e richiedere la nostra assistenza, chiamaci attraverso il Servizio di traduzione e interpretariato.